venerdì 13 marzo 2015

Occhiverdi

Cara Malù, 

hai mai osservato gli occhi di un bambino che guarda il mondo?

Gli occhi di un bambino che guarda il mondo sono pieni di curiosità, stupore, meraviglia e luce. Soprattutto luce. La capacità di sorprendersi per ogni piccola scoperta quotidiana li illumina come una magia.
Io non avevo mai guardato gli occhi di un bambino piccolo prima di diventare zia di Occhiverdi n. 1 e ne sono rimasta abbagliata e affascinata. Occhiverdi n. 1 che vede il mare per la prima volta, che prende un aereo e guarda le nuvole pannose per la prima volta, che sale su un pony per la prima volta e rimane lì, incantato, con la bocca spalancata che si allunga nel sorriso felice di chi sta assistendo ad un meraviglioso spettacolo.


Occhiverdi n. 1, qui aveva 1 anno di vita, primo volo




Con Occhiverdi n. 2 (cioè mio figlio, il famoso Baby M. o Tututu dei Tututu o Er Polpetta), ho avuto il privilegio di osservare questo meraviglio stupore quotidianamente e così eccolo che riconosce il volto di mamma e papà per la prima volta, che riconosce le sue manine e i suoi piedini per la prima volta, che guarda Calimero e ride come assistesse ad una puntata di Zelig, che vede un oggetto luccicoso e rimane a bocca aperta, che a passeggio non crolla più in un immediato sonno profondo ma rimane vigilo e attento ad osservare ogni particolare, gli alberi, il cielo, i palazzi, le macchine, le vetrine luminose dei negozi, girando la testolina bionda a destra e sinistra. 


Occhiverdi n. 2, qui aveva 4 mesi e scopriva le luci di Natale

Ecco, proprio ieri, mentre passeggiavo per la solita via, ho notato questo suo cambiamento, questo suo aumento di curiosità e mentre mi perdevo nei suoi grandi occhioni verdi spalancati alla vita, ferma ad un semaforo, ho pensato: " Questi occhi dovranno riempirsi di tutto il bello che c'è nel mondo". 

Ecco cosa vi auguro bimbi miei, di riuscire a riempirvi gli occhi di bellezza e di riuscirci anche quando sarete grandi e non sarà più così facile rimanere a bocca aperta, rapiti dallo stupore di qualcosa di meraviglioso.

E voi, ci riuscite ancora? Io devo tornare ad allenarmi!

  

1 commento:

  1. Io a volte ritorno bambina, ma non so se i miei occhi brillano di meraviglia... :D Ad esempio, qualche settimana fa ero in macchina con il mio ragazzo, c'erano i tergicristalli attivati e, nell'andare su e giù, facevano uno strano rumore. Io li ho osservati attentamente per un po', poi mi sono messa a ridere: non so perché quel rumore mi risultasse così buffo, so solo che mi piaceva tanto. Difatti il mio ragazzo, sorridendo teneramente, mi ha detto: "Ci vuole così poco per renderti felice amore". :D

    RispondiElimina