venerdì 18 dicembre 2015

Il mio amore Rafaelloso!

Cara Malù,

ho una confessione da farti.

Hai presente quelle madri che sono sempre a piangere, perennemente col moccio al naso per qualsiasi minchiata faccia il proprio pargolo, che sia imparare due righe di poesia a memoria o canticchiare stonatamente una filastrocca o regalarle un orripilante disegno fatto di ghirigori incomprensibili?

Ecco. Io sono una di quelle!


La terribile scoperta l'ho fatta ieri...mio cognato mi manda il video della prima recita di mio nipote Rafael..tra l'altro pure ripreso da lontano e un po' sfocato..io già me la rido pensando al suo visino buffo, tre anni di bimbo dal temperamento agrodolce, convinta che mettere in scena una recita con bimbi così piccoli sia pure un po' un'assurdità. Questo perché ai miei tempi (belin, quante volte sto dicendo 'sta frase che trasuda vecchiaia!) non si facevano recite all'asilo e spesso manco in prima elementare..MA! I bambini d'oggi sono evidentemente una generazione progredita perché...sono stati proprio carini ini ini ini ini!!!

E quando ho visto Raffino sul palco....ho iniziato con il sentire qualcosa allo stomaco che è salito sino alla gola per poi farmi tremare il labbro inferiore e pizzicare il naso e finire dritto dritto agli occhi che...hanno iniziato a produrre lacrime!! Lacrime, capisci?? Per due secondi di balletto ed una canzoncina lagnosa!! Ok, sono la madre col moccio al naso. Sono io. Mi commuovo per ogni cosa riguardi i miei bimbi.
Questo mi ha fatto anche riflettere su come sia vero che, pur avendo un solo figlio biologico, io mi senta un po' mamma anche dei miei nipoti e di come questo influenzi la mia decisione di non voler passare per una nuova gravidanza. La gente storce un po' il naso quando lo dico ma..è proprio così. Mio figlio e i miei nipoti sono il mio mondo. Lo sono tutti e tre (la terza arriverà a giorni!!!). 

Altro momento da moccio al naso: Lollo ieri sera mi ha abbracciata stretta stretta per la prima volta! Non so se abbia davvero imparato a farlo o se sia stato merito della mia vestaglia da casalinga disperata di pile...magari mi ha semplicemente presa per un gigantesco peluche! Ad ogni modo, è stato bellissimo, uno dei momenti migliori della mia esistenza. E giù di lacrime!

La canzone di oggi è un omaggio al mio amore Rafaelloso e a tutti i bimbi che mettono tanto impegno nel preparare le recite di Natale: Din Don Dan interpretato dal Piccolo Coro dell'Antoniano.

18 dicembre

 

2 commenti:

  1. Ehm...non è che per caso sei di nuovo in dolce attesa?... No, te lo chiedo perchè a me tutto questo accadeva quando aspettavo Vittoria e non lo sapevo (Lollino aveva presaappoco 20 mesi)... :))) ok, ok... Skeeeezooooooo... Comunque domani anche noi avremo la prima recita: ti faró sapere. Un bacione Serena!:***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah nonononono, sono proprio rovinata di mio ;) bel nome Vittoria, mi piace molto per una bambina!! Un bacioooooo e buona permanenza sicula!

      Elimina