lunedì 12 settembre 2016

La mia prima estate SENZA mare: come sono sopravvissuta grazie alle Langhe e Roero.

Cara Malù, 

il tempo si è magicamente dilatato nello spazio lasciato libero dai libri. In realtà l'idea era quella di rimettermici sopra per tentare nuovamente il concorsone in caso di bocciatura (che ritengo probabile), ma al momento mi sto prendendo cura di tutto ciò che ho messo da parte quest'anno tra cui questo blog epistolare.

Ho trascorso la prima estate senza mare della mia vita. Anzi la seconda, che la prima pare sia stata l'anno della mia nascita, il 1983, quando mia madre si sacrificò portandomi in montagna anziché in Calafrica ritenendomi troppo piccola. Sono stata un unico pomeriggio in spiaggia con le nuvole e un mare orribilmente sporco e agitato. Stop. 

Tralasciando i noiosi dettagli che mi hanno portata a questa scelta, ti dico come sono sopravvissuta: girovagando tra le colline dove si trova il vino più buono del mondo e affogando la malinconia marittima in svariati bicchieri di questo. In poche parole, siamo stati nelle Langhe. 

Info utili: 

pernottamento: Agriturismo Il pedaggio a Guarene. Si trova ai piedi delle colline che portano a Barbaresco e Guarene; in quindici minuti si arriva ad Alba e in poco di più a Barolo e Grinzane Cavour. Io lo consiglio per l'estrema gentilezza dei proprietari e per la posizione centrale. Inoltre ha camere e appartamenti a prezzi davvero vantaggiosi, probabilmente perché trovandosi in pianura rischia di essere scartato per qualche alloggio collinare. 

mangiare e bere: Magliano Alfieri, pizzeria Alfieri, consigliatissimo per le famiglie con bambini per i giochi all'aperto ma adatto anche alle coppie in cerca di romanticismo dal momento che il locale è in collina e si affaccia sulle splendide colline del Roero. Per un gelato andate nella piazza centrale di Vaccaria. Per un aperitivo sfizioso con Barolo e formaggi, consiglio il localino che si trova immediatamente ai piedi del castello di Cavour, con tavolini che si affacciano sui vigneti circostanti. 

in che periodo andare: ecco, eccezion fatta per Barolo e Alba, abbiamo trovato tantissimi locali e cantine chiuse per ferie nel periodo di agosto. Consiglio di andarci le ultime settimane di questo mese o settembre/ottobre, quando i colori dell'autunno la faranno da padrone! Ad ogni modo, non abbiamo avuto difficoltà a mangiare e sbevazzare e anche a trovare parchi giochi per il pupetto o locali adatto a lui.

autoctoni: la gentilezza e la disponibilità la fanno davvero da padroni nelle Langhe e Roero. O forse abbiamo avuto solo un gran culo, non so. 

soundtrack: per tutta la vacanza (in realtà per tutta l'estate) siamo stati perseguitati dalla seguente playlist!

1) SIA: (I love) Cheap Thrills.

2) Il mio beneamato Justine (Timberlake, e chi sennò??) : Can't stop the feeling (so just dance, dance, dance, dance!!!)

3) Enrique Iglesias: la lagna che tutti voi conoscete benissimo..quella sul fatto che "a te te duele il corazon, a me me duele il pies". Forse il titolo è " Solo por un beso..."?

4) Red Hot Chili Peppers: bellissimo pezzo!! La loro ultima hit! Dai che la conoscete!

5) Ale Amoroso: Comunque andare, su e giù per le colline, di ritorno verso il mare, senza stare troppo a pensare se il tema è da consegnare (sì, cantavo a squarciagola questa canzone mentre mi tormentavo, in quel di Fiumicino, il pomeriggio prima dell'ultima prova, pensando se consegnare o meno il mio tema il giorno seguente..ho consegnato).

photo gallery:

Panorama da Barbaresco

Panorama dalla pizzeria Alfieri

Family selfie a Barolo


a qualcuno piacciono i gatti...rossi come lui..


beviamoci su!

Il post partecipa alla Top Five Summer by Elisabetta Grafica! Grazie a Regina del blog Diario di una donna senza importanza per avermi nominata!! Chi vuol partecipare deve indicare una playlist con le cinque canzoni che hanno animato la sua estate 2016!

19 commenti:

  1. Mi fa piacere che tu ti sia trovata bene :)
    Da piemontese ne sono felice. Così hai anche sfatato il detto Piemontesi falsi e cortesi. :)
    Bacio stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari erano falsi, chi lo sa, ma cortesi di sicuro e sono stata benissimo 😆 un bacio!

      Elimina
  2. Grazie per aver partecipato all'iniziativa #top5summer!!!!
    Molte delle canzoni sono anche le mie preferite!!!!
    Ti ho inserita con piacere nel mio post! Un abbraccio Eli

    RispondiElimina
  3. ahahahahahhaha... La Calafrica non l'avevo mai sentito, io la chiamo solitamente Calabrifornia... :D
    Io pagherei per le estati senza mare e sopratutto per andare in giro per colline a svinazzarmi che è un piacere!... :P

    ... Ma poi: QUANTO SIETE BELLIIIIIIIIII!!!! The Viking è MERAVIGLIOSO: fiammingo proprio come lo immaginavo!... Brava Amica, siete una famiglia stupenda! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cooooosa una donna sicula che non ama il mare???? Non è possibile! Grazie cara, hai visto che fulvo eheh un abbraccio!

      Elimina
  4. ... ho perso l'ultima dei Red Hot...? Nooo!!! Enrique e Justin li conosco invece, e approvo in pieno! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si intitola dark necessities ed è ormai di qualche mese fa 😆

      Elimina
    2. Si intitola dark necessities ed è ormai di qualche mese fa 😆

      Elimina
    3. ... addirittura di qualche mese fa. Bene. Molto bene. -.-'

      Elimina
  5. calafrica lo dico sempre anche io...
    ah ah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha e considera che sono pure calafricana per metà..al liceo qualcuno disse che sono mediterronea invece che mediterranea...sono traumi..😆

      Elimina
  6. Ciao👋 piacere di conoscerti!😊 Che belle foto, è un paesaggio magnifico quello delle Langhe!❤ A presto!👋
    http://gattaracinefila.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vanessa piacere mio e grazie per la visita! Un bacio a presto!!

      Elimina
  7. Pero', non male come scelta di vacanza estiva!!! E che bello il tuo bimbo!

    RispondiElimina
  8. Ciao👋 ho letto il post sul tuo viaggio in Australia!😍 Che meraviglia Ayers Rock, le foto sono stupende! Ma davvero c'erano 48 gradi??? Io non amo il caldo, ahah! Però voglio anch'io coronare questo sogno in futuro!😊 Mi iscrivo come tua lettrice fissa su Blogger, su Google ➕ ti seguo già! A presto!👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì...Non usciva neppure l'acqua fredda dai rubinetti...è stata una sofferenza ma ne è valsa la pena, un paesaggio unico!! Grazie mille!! Un bacio!

      Elimina