lunedì 12 dicembre 2016

Have yourself a merry little Christmas!

Cara Malù,

se dovessi elencarti cosa fa davvero Natale ti direi:

1) il vin brulè bevuto ai mercatini;

2) le luci (of course!);

3) l'odore di stufa e camino accesi che si diffonde per la campagna;

4) i canti;

5) il panettone dopo la Messa di Mezzanotte nella piazza del paesello (qualunque paesello normalmente offre questo momento di ritrovo che in città ce lo sogniamo).


Per il ponte dell'Immacolata siamo stati a trovare i nonni " 'Gusta e Favio" a San Salvatore e abbiano passato giornate che sanno di tutti questi elementi, anche se al panettone io preferisco il pandoro e quindi se lo sono sbafato gli altri, compreso il Vichingo che l'ha assaggiato per la prima volta e proteggeva le sue fette dai tentativi dello zio di rubarle come fossero oro zecchino.

Io e il Marito abbiamo anche fatto una fujitina a Torino senza pargolo; io adorrrrro Torino, la sua eleganza, la sua imponenza, i suoi negozi, il suo cioccolato e anche i suoi addobbi natalizi. E' come una bella donna vestita a festa, altezzosa e fredda all'apparenza ma con un animo generoso e vivace a conoscerla meglio.



l'albero di Piazza Castello
il calendario dell'avvento by Luzzati


Il weekend si è concluso con un tocco di magia: il lancio delle lanterne di carta dal belvedere di San Salvatore. In sottofondo il capolavoro Heal the world di Michael che io adoro dalle scuole elementari.
Mi sono quasi commossa. Tutte quelle luci in cielo che si rispecchiavano negli occhi di grandi e piccini, espressioni di desideri nascosti e celati agli altri, che a volte nemmeno a Natale si osa desiderare qualcosa di più. Il video fatto col cellulare lascia moooolto a desiderare ma meglio di niente, dai..





forse meglio le foto...

Poi son tornata sulla terra, ho tirato giù il bilancio di questo mese e vorrei con tutta me stessa una caraffa del confortante vin brulè assaporato i giorni scorsi. Non ci sto dentro, cavolo. Ma non riesco a non fare i regali. Ho già tagliato parecchio ma non basta. Ci mancava la revisione della caldaia e la cassa forense da pagare proprio questo mese. 



Vabbè, intanto inizio a pensare a quale sarà la parola del mio 2017 ( qui il link se volete trovarla anche voi con questo mini corso gratuito). Quella del 2016 è stata worth-valore. In effetti nel corso di questi 12 mesi (in particolare da luglio in avanti) mi sono impegnata per capire quale sia il mio valore, quale siano i miei pregi e anche i valori che vorrei seguire nel mio business. 

Per il prossimo anno mi aspetto salti fuori qualcosa tipo "pecunia" oppure "milioni", "abbondanza", "ricchezza", "moneymoneymoneymoney" che iniziano a essere la mia attuale ossessione.




  

5 commenti:

  1. Eh sì, vin brulè e luci fanno proprio Natale! Anche noi in giro per le piazze del paese.. Ti capisco per il bilancio, ho appena pagato la Cassa Forense...sigh!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu abiti vicino ai monti giusto? Lì il Natale si sente ancora di più!!! Eh io la pagherò a breve...sob..

      Elimina
    2. Tu abiti vicino ai monti giusto? Lì il Natale si sente ancora di più!!! Eh io la pagherò a breve...sob..

      Elimina
  2. Ciao Serena, goditi il Natale con gli affetti e il tuo simpatico e super attivo vichingo che ha scoperto il panettone, quel che sarà sarà, per ora godiamoci ciò che abbiamo.
    Un abbraccio forte forte. :)

    RispondiElimina
  3. Ciao👋 Serena!😘 Buone feste, anch'io preferisco il pandoro e che bello il lancio delle lanterne!😍

    RispondiElimina