giovedì 8 settembre 2016

- Lo svezzamento culinario - PARTE SESTA: il soffritto.

Cara Malù,

questi due mesi passati con suoceri e Marito mi hanno impedito di progredire nel mio percorso verso l'autorealizzazione culinaria. Insomma non è che puoi essere così scortese da usufruire della cucina e della dispensa altrui come fossi a casa tua, considerato poi che pure a casa tua non usufruisci della cucina e della dispensa più di tanto. 

Quindi mi sono adagiata parecchio. Fino al ritorno alla normalità e alla presa di coscienza che il Vichingo ha il diritto di variare un minimo la sua dieta, di mangiare cibo cucinato con amore anche dalla sua genitrice femmina. 

L'attuale lavoro part time causa assenza della "nonna sbuffona" , rifugiatasi nella Calafrica per ben due mesi, mi ha costretta ad entrare in cucina e affrontare i fornelli: ho impugnato una padella, sguainato un coltello, guardato cosa ci fosse in frigo da dover "far fuori" (letteralmente..io uccido le mie pietanze cucinandole mentre i cuochi danno vita a piatti nuovi) e ho deciso di lanciarmi nelle polpette di ricotta

Ok, ci sono riuscita. Ok, il Vichingo, El Rafo e il Piernonno se le sono mangiate. No, presa dall'esaltazione di questo momento non ho scattato nemmeno una foto quindi devi credermi sulla parola.

Ecco, credo che il segreto del mio successo stia nel fatto che me la cavo bene ad accendere il forno, posizionare la carta da forno nella teglia, tirare fuori la teglia al momento giusto. E' quando devo accendere un fornello che inizia il casino. In particolare, ho realizzato che mi manca la base fondamentale: saper fare il soffritto.

Me ne resi conto quella volta in cui mio marito, bloccato in autostrada per la solita coda sull'A26, mi scrisse su wattsup ordinandomi di iniziare a fare il soffritto per poi cucinare delle zucchine. 

"ok...dunque cosa devo usare? L'olio immagino...poi? L'aglio? Lo abbiamo?". 
Sì, avevamo l'aglio. 
Aprii il frigo con uno sbuffo..mi misi alla ricerca dell'aglio..
"Cavolo..ho un dubbio..è questo o non è questo? Che sia una cipolla, uno scalogno o una vera testa d'aglio? Meglio fotografarlo e chiedere conferma..".

Sì Malù..fotografai l'aglio e mandai la foto via wattsup al Marito perché mi confermasse che si trattasse davvero di aglio...perché, insomma, prima di sbucciarlo non è bianco quindi avevo dei dubbi.. 

E' proprio vero...
Ricevuto l'ok, iniziai..
Cavolo ma c'è il rischio di perdere cm e cm di pelle facendo il soffritto! Davvero, ma come fanno tutti a non ridursi con brandelli di pelle penzolanti dopo ore e ore di soffritto e fritture??

Boh. Comunque lui per fortuna arrivò in tempo per cuocere le zucchine. E quella volta me la cavai così.

Da quando sono tornata, invece, nell'ordine:

1) ho bruciato tutte le carote. Il soffritto dopo un po' sparisce e la padella in pietra antiaderente nulla può fare se non aggiungi acqua o qualcosa di altrettanto liquido per evitare il peggio..io mi ero beatamente dimenticata della padella sul fuoco e me ne stavo a guardare Pretty Little Liars sul divano fino a che un certo odore di bruciato mi ha fatto correre..e niente, le ho buttate e sostituite con carote surgelate pronte da cuocere.

2) Decido di fare la torta salata di mia sorella la quale mi specifica con un messaggio vocale su wattsup (come cavolo si faceva a cucinare prima di wattsup??) di non usare stracchino e formaggi simili perché viene fuori una pappetta..Belin, poteva dirmelo subito col primo messaggio vocale? Comunque la pappetta si lasciava mangiare, dai. Anzi, implorava di farsi mangiare per scomparire alla vista del mondo.

Niente, per fortuna il clima mi consente di continuare a fare paste fredde e affini ma 'sto cavolo di soffritto salta fuori anche lì, salta fuori ogni volta che devi grigliare o cuocere le verdure da mettere nella pasta, il passato di pomodoro da mettere nella pasta (che poi sta cosa non l'ho capita, cioè compro la passata già passata, perché non posso gettarla direttamente sulla pasta?? No, il Marito dice che bisogna un pochino farla cuocere in padella sempre con sto cavolo di spicchio d'aglio..e la cipolla no? Qualche anima pia mi dice se soffritto è solo aglio solitario o ci vuole l'accoppiamento con lo scalogno????).

Ad ogni modo, il Vichingo mangia sempre come non ci fosse un domani. Invoca torte, pizza, focaccia e latte ad ogni ora. Forse è il caso che mi specializzi in insalate dietetiche..su quelle non ho problemi, l'uovo sodo si rassoda, il tonno si sgocciola, la mozzarella si taglia, il mais si sparge. Il fornello sta spento e ne è ben contento. 

Ho ordinato una scritta graziosa da appendere sopra la porta della mia cucina: 

"lasciate ogni speranza voi ch'entrate..e ordinate un take away!"

8 commenti:

  1. santo cielo quanto mi hai fatto ridere ... sei simpaticissima ...di un po'? ma l'hai fatto sto benedetto soffritto poi?? non credere non è semplicissimo da fare ... anch'io ho impiegato parecchio tempo perchè imparassi a farlo abbastanza bene ... per me il soffritto è ....che carina sta cosa tipo l'amore è!!!
    cipolla o scalogno (quello della foto per intendersi) sedano e carota, l'aglio non lo uso tanto anche se tolgo l'anima quel beghetto verde che vedi all'interno se lo tagli a metà ....mi viene sempre su' quindi lo metto intero e poi lo tolgo tranne nelle patate al forno che spesso il vigliacco si camuffa da patata e me lo mangio consumando così dopo il pasto mezzo tubetto di dentifricio e flacone di colluttorio... dicevo con questi odori preparo un bel trito con la mezza luna perchè detesto tirare fuori il robot montarlo e poi rismontarlo tutto una volta usato... ci vuole più tempo che triturare il tutto a mano e se avessi il nervoso nel frattempo ti garantisco che l'operazione risulta perfetta ... poi scaravento il tutto nel tegame contenente qualche cucchiai di olio evo portato già a temperatura calda non frigolante pero' deve cuocere lentamente e a lungo mescolando magari ogni tanto volgi lo sguardo alla tv. però dai portati n palmare sulla cucina e intanto curi il tuo soffritto .... appena si rosola lo irrori con un bel bicchiere di vino bianco ... e continui la cottura ....è pronto quanto vedrai la cipolla ... quella bianca ... quasi trasparente ...questa è una buona base per l'arrosto ... ossobuco...spazzatino... ragu' ...qualsiasi cosa che ti dica preparare un soffritto .... ed ora aspetto di vedere il risultato di questa lezione soffrittosa ... baci e soffritti !!! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ok...quello della foto era lo scalogno....uahuah io insistevo nel dire che fosse aglio uahuah non ce la posso fare..a volte mi immagino a cuochi da incubo..vincerei io 👸

      Elimina
    2. Però grazie giusina ti prometto che seguirò i tuoi consigli soffrittosi!!

      Elimina
    3. l'aglio è un bulbo composto da tanti spicchi rivestiti da bucce di solito bianche ma si trova anche l'aglio rosso... solo la buccia è di quel colore perchè lo spicchio denudato dalla buccia è sempre bianco .. fa molto molto bene però e tiene lontani i vampiri ...eheheheh ma non ho mai provato se è vero ....
      baci

      Elimina
    4. Però grazie giusina ti prometto che seguirò i tuoi consigli soffrittosi!!

      Elimina
    5. Ah ok...quello della foto era lo scalogno....uahuah io insistevo nel dire che fosse aglio uahuah non ce la posso fare..a volte mi immagino a cuochi da incubo..vincerei io 👸

      Elimina
  2. AHAHAHHAAHHHAAHAHHA... IO MUOIOOOOOOOOOOOOOOOOOOO... ovviamente, ti lascio nelle mani sagge e sapienti di Giusi: lei sa tutto! Io mi lancio. Perchè cucinare mi piace troppo. ed anche se non sono un vero talento provo e riprovo finchè qualcosa non viene fuori :))... Vedrai che per amore del Lollo, riuscirai anche tu: almeno nelle basi... Sei fantastica Sere! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho proprio un odio profondo...grazie Reginella!!😊

      Elimina