giovedì 22 gennaio 2015

La maga delle spezie

Cara Malù,

alla disperata ricerca di un modo di mangiare che mi consenta di perdere 'sti benedetti 10 kg messi su tra "sciallaggio post-matrimoniale" e gravidanza, mi sono imbattuta nel bellissimo blog "mangia senza pancia". 
Questo blog è bellissimo perchè contiene un infinito elenco di ricette davvero gustose ma incredibilmente light! 
In pratica contiene la soluzione al terribile dilemma della donna amante del buon cibo che vede la dieta come una fonte di depressione (e che, proprio per questo motivo, non riesce a portarla avanti per troppo tempo): rinuncio (per sempre, o quasi) a sentire dei veri sapori per rientrare nei vestiti di un tempo o prosciugo il conto in banca per rifarmi il guardaroba ma mi rincuoro con sughetti, torte e pizzette? 
Ecco, la soluzione esiste ed è illustrata nel blog: mangiare tutto (ma proprio tutto, dolci compresi!) cucinando le pietanze in modo tale da renderle sì gustose ma leggere. E naturalmente facendo attenzione alla quantità di bontà che ingurgitiamo (il blog narra l'esperienza dell'autrice che ha perso molto peso con la dieta Weight  Watchers Propoints. Questa dieta assegna dei "punti" al cibo e prevede che per ogni giorno si contino i punti mangiati fino a un massimo che varia di persona a persona. Mangiando non meno nè più di questo punteggio si dovrebbero perdere kg, tenendo conto anche dell'attività fisica quotidiana. Ma vi rimando al sito per ulteriori info). 
Ok, Malù. 
Questa è una sfida che posso vincere perché non mi vieta in assoluto niente, mi impone solo di fare attenzione alla quantità (e mi consente anche di sgarrare qualche volta senza per questo fustigarmi). Non ho tempo per cucinare tutti i giorni, è vero, e soprattutto...non so cucinare....piccolissimo dettaglio..ma una cosa l'ho già imparata e mi sta cambiando la vita: se usi le spezie giuste, puoi ridurre drasticamente l'olio e il sale ed essere felice di mangiare persino piatti a base di verdura (che come sai non sono mai stata abituata a mangiare, nemmeno da bambina...SOB).
Così sabato scorso ho mandato in missione il marito a cercarmi le prime spezie da usare per un contorno a base di broccoli e cavolfiore (ebbene sì, ho mangiato i broccoli!!) e per una tisana depurativa; ha comprato il curry e lo zenzero. 
Aperti i pacchettini, in cucina si è sprigionato un profumo pungente e meraviglioso che mi ha fatto finalmente inaugurare il mio porta spezie "rotante" finora dimenticato nel fondo di un cassetto.

Va là, che graziosità!



Mentre riponevo le spezie nel porta spezie e mi inebriavo del loro profumo mi sono sentita come Tilo, la "maga delle spezie". Hai mai letto questo libro Malù? 




Tilo è una bambina indiana dotata di un grande potere: può parlare con le spezie e le può utilizzare per guarire qualsiasi tipo di male, fisico o psicologico che sia.
Leggendo il libro si riesce a "sentire" la consistenza, il gusto e il profumo di mille tipi diverse di spezie; l'acquolina in bocca arriva per forza di cose e ti fa venire voglia immediatamente di imparare a conoscerle ed usarle. 
Tilo ha la sua botteguccia di spezie in California, dove si è stabilita dopo aver imparato da "La grande madre" tutti i segreti necessari per poter essere una vera "maga", e qui aiuta persone di ogni tipo a superare i piccoli e grandi problemi che si ritrovano ad affrontare; più che una venditrice di spezie è una guaritrice un po' psicologa che accoglie chiunque le chieda aiuto e la sua magica storia si intreccia con quelle, meno magiche e più "comuni" ma non per questo meno accattivanti, dei suoi clienti. 
Unico problema: non può innamorarsi e non può lasciare la bottega, pena la perdita dei suoi poteri. Le spezie la possiedono e lei possiede loro, questo legame deve rimanere esclusivo. 
Naturalmente cosa succede? Che si innamora di un giovane americano suo cliente, il peperoncino ci mette del suo e...Il finale dovrai scoprirlo tu, Malù. 
Esiste anche un film tratto dal libro, un film molto carino che non mi ha lasciato l'amaro in bocca come spesso mi succede con i film tratti dai libri che ho letto e amato.

Ecco la splendida Tilo!

Consiglio entrambi!
Quindi ora resto in ascolto delle spezie...aiutatemi a sciogliere i rotoli, ve ne prego, speziucce mie, sarò vostra per sempre.

7 commenti:

  1. Io sono allergica alla maggior parte delle spezie, quindi non posso usarle, però adoro la cannella e lo zenzero e ricordo che avevo letto il libro di cui parli anni fa e mi era piaciuto molto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti a me piacciono molto, amo provare cibi "speziati" nei ristoranti etnici, ma non so perché in casa non le uso mai..Ora rimedio :) Un bacio!

      Elimina
  2. Quel porta spezie è delizioso! Io adoro questi piccoli oggetti fatti per tenere ogni cosa in ordine e riempire, nel contempo, gli spazi vuoti... mi piacciono le spezie, mi piacerebbe assaggiare un piatto preparato da te! :D
    P.S. Tilo è stupenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .....sei la prima persona che mi dice una cosa del genere Uahuahuah ;) ah ma faccio progressi, molto presto uscirà un nuovo post sul mio svezzamento culinario ..ho rischiato di inondare la cucina..! Baciooo

      Elimina
  3. Quel libro l ho letto anch io....qualcuno (chissà chi) me l'aveva passato e mi era piaciuto molto....come molto mi piacciono le spezie:il curry in particolar modo...!attendo invito a cena....tanto sono a dieta anche io è un piatto a base di cavolo e curry lo gusto volentieri!!!diventerai brava anche nella cucina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ecco, non mi ricordavo :) Sì sì. ..il prossimo titolo di masterchef sarà mio! !

      Elimina
    2. Ah ecco, non mi ricordavo :) Sì sì. ..il prossimo titolo di masterchef sarà mio! !

      Elimina